come prendersi cura di un cincillà

Come prendersi cura dei cincillà

Hai intenzione di comprare un cincillà oppure ne hai già uno ma vuoi sapere come prendertene cura al meglio?

Rendere felice un cincillà facendolo crescere sereno ed in salute presuppone che tu sappia diverse cose circa le sue esigenze e bisogni. Prima di tutto, ricorda sempre che la salute di un cincillà è legata principalmente a 3 fattori:

genetica;

ambiente sano e salutare;

alimentazione corretta.

Se anche solo uno di questi fattori non è eccezionale allora l’animale può risentirne. Ecco perché nel nostro allevamento, da anni, siamo riusciti a trovare un ottimo equilibro ed a soddisfare al meglio tutte questi 3 elementi. Il tutto con grandissime soddisfazioni.

Non perdiamo altro tempo e scopriamo nel dettaglio come prendersi cura di un cincillà e renderlo felice!

L’ambiente ideale per far crescere un cincillà

Quando parliamo di ambiente ci riferiamo ad un molteplicità di elementi che influiscono molto sullo stato di salute e stress del cincillà. Rientrano in questo discorso la gabbia e l’ambiente che la ospita, la temperatura circostante, il livello di ricambio d’aria e di umidità, la lettiera, i rumori ed anche la pulizia della gabbia.

Insomma come vedi sono davvero tanti gli aspetti da tenere sotto controllo per prendersi cura davvero bene del proprio animaletto peloso

La gabbia per cincillà deve essere spaziosa e confortevole e soprattutto disporre di un fondo con truciolo di legno oppure a cassettino e non con rete. Nel nostro shop disponiamo solo delle gabbia con fondo a cassettino perché abbiamo notato negli anni che questa tipologia mette i cinci più a loro agio, diminuendo drasticamente disturbi come quello della tricofagia, ad esempio, ed anche il prolasso rettale.

Ricorda che le gabbie vanno sempre pulite con molta attenzione. I peli morti vanno rimossi perché in caso contrario potrebbero essere motivo di stress per il cincillà, oltre che di accumulo di sporcizia.

L’alimentazione corretta

L’alimentazione del cincillà deve essere in grado di soddisfare perfettamente tutte le loro esigenze nutrizionali. Sono animali tanto dolci quando delicati, soprattutto dal punto di vista intestinale. Il loro regime alimentare deve prima di tutto prevedere del fieno per cincillà di ottima qualità. Nel nostro shop trovi una grande varietà di fieno alpino che utilizziamo ormai da tanti anni anche in allevamento. Alcune tipologie sono arricchite da erbe come calendula, camomilla e rosa canina al fine di donare un sapore ancora più gustoso e gradito ai nostri cari cincillà.

Noi sconsigliamo sempre di procurarsi il fieno da sé perché si tratterebbe di una scelta potenzialmente nociva per l’animale. Il fieno deve essere privo di muffe e soprattutto essere raccolto ad un’altezza tale che lo renda privo di sostanze chimiche usate in agricoltura e pericolose per il cincillà.

Ecco perché il nostro fieno, prima di essere confezionato, viene accuratamente selezionato per evitare anche la presenza di erbe pericolose e velenose per il cinci. Inoltre il fieno non deve essere assolutamente fresco ma essiccato per diversi mesi. Somministrare del fieno fresco significa andare a portare squilibrio nel sistema digestivo dell’animale.

Riguardo all’acqua da somministrare al cincillà è importante che i contenitori dell’acqua sia sempre puliti per bene. Se usate dell’acqua potabile è sempre meglio utilizzare un filtro carbone da cambiare ogni mese. La scelta migliore è quella di usare acqua minerale che va cambiata ogni giorno. Se noti del pelo cadente verso il basso lungo i fianchi del cincillà significa che sta ricevendo poca acqua. Controlla prima di tutto che il beverino funzioni bene.

Anche la qualità dell’aria ha la sua importanza perché è necessaria una buona circolazione. Una cattiva circolazione dell’aria la noti quando il cincillà ha spesso chi occhi socchiusi.

Controlla spesso di escrementi

Monitorare lo stato degli escrementi è molto importante perché rivela l’esatto stato di salute del cincillà e permette di prevedere la comparsa di malattie. Di norma l’escremento dovrebbe essere lievemente scruto, lungo circa 1,5 cm ed arrotondato su entrambi le estremità quindi se ci sono irregolarità su questo aspetto allora sicuramente c’è qualche problema.

Facciamo qualche esempio.

Se la colorazione è più chiara del normale probabilmente è stato introdotto qualche cambiamento nel regime alimentare. In presenza di diarrea è necessario intervenire subito sull’alimentazione incrementando il quantitativo di fieno, eliminando il pellet per un po’ ed aumentando le vitamine.

Un altro esempio potrebbe riguardare feci un po’ più grandi e morbide della norma. In questo caso significa che l’animale ha appena risolto un problema legato alla diarrea e probabilmente ha anche perso peso nell’ultimo periodo.

Il cincillà potrebbe essere invece affetto da giardia quando gli escrementi presentano una forma uncinata sulle estremità. Ci sono invece problematiche legate all’acqua somministrata se le feci presentano del pelo in alcuni punti. In questo caso è utile aumentare le vitamine.

Se invece gli escrementi sono più piccoli del dovuto probabilmente c’è una carenza di fibre o nell’acqua.

L’importanza della genetica

Come avviene per qualsiasi altro essere vivente, anche per i cincillà le caratteristiche genetiche vengono trasmesse attraverso specifici geni. Sono caratteristiche genetiche, ad esempio, colore del pelo o degli occhi.

Il cincillà che si trova in natura è quello Standard, che si caratterizza per il suo pelo grigio, ma nel corso degli 60 anni sono nate tante altre mutazioni con colorazioni e caratteristiche molto diverse tra loro.

Per saperne di più su tutto ciò che riguarda le mutazioni e le trasmissioni ereditarie ti consiglio di leggere con attenzione l’articolo dedicato alla genetica dei cincillà. Ciò che è importante sottolineare con chiarezza è che curare con attenzione la genetica e le mutazioni che avvengono in un allevamento sono fondamentale per assicurarsi di far riprodurre solo esemplari in salute e quindi predisposti ad una vita serena e felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello
Torna su